In this handout provided by Warner Bros., Pris (Daryl Hannah) and Batty (Rutger Hauer) seek the help of a new-found ally in

The new digital humanism has arrived

L’Osservatorio Multicanalità 2020 realizzato da Nielsen in collaborazione con la Business School del Politecnico di Milano, ha elaborato e reso disponibili i risultati sulle new consumption habits di questi ultimi mesi di lockdown. Quello che emerge dai dati è molto interessante e lascia intravedere come un cambiamento c’è stato e non va assolutamente sottovalutato neppure per il prossimo futuro.

L’Osservatorio rileva che gli affari intorno al largo consumo hanno avuto un aumento del +28% a metà del mese di marzo con un cambio da un canale di vendita ad un altro. Più di un quinto degli italiani ha dichiarato di aver scelto un diverso negozio di riferimento. Allo stesso tempo, si è registrato un vero e proprio boom dell’ecommerce con picchi fino a un + 305%.

Non solo, Audiweb dichiara in crescita tutti i siti rilevati. Una crescita dovuta non solo a motivi legati alla situazione di emergenza se si pensa a siti di news o siti della pubblica amministrazione ma anche ai processi di digitalizzazione già in crescita. Un esempio sono le piattaforme di conferencing che hanno avuto un aumento di utilizzo dovuto sia ad una nuova modalità di lavoro che per superare il distanziamento sociale. C’è un nuovo pubblico che è diventato nuovo utente digitale e che continuerà ad esserlo anche in futuro.

We are at a point of no return. A point where everything comes declined in digital: acquisti, comportamenti e speranze se si pensa al settore economico e al desiderio di ricominciare in modo diverso. Mai più impreparati sembra dire il mondo intero. Ma la vera scoperta è una nuova centralità dell’uomo anche se in chiave digital. Un nuovo ritrovato umanesimo digitale dove non c’è un disperato bisogno di legarsi alle tecnologie ma al contrario, il desiderio di comprenderle e farle proprie per una nuova e ritrovata vita agile. La tecnologia al servizio dell’uomo non è più un modo di dire ma un nuovo desiderio.

Si guarda al futuro con la consapevolezza che dietro una nuova tecnologia, un sito internet, un’applicazione, una piattaforma digitale o un servizio digitale ci siamo noi tutti con tanta voglia di andare avanti e vivere un futuro più umano di quanto mai avremmo potuto sperare. E allora, benvenuto nuovo umanesimo digitale!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram