50.000 follower e poi?

“In the future, everyone will be world-famous for 15 minutes” scriveva Andy Warhol, nel 1968.

Di questi giorni è la notizia dell’acquisto da parte di aziende e politici di fans e follower sulle proprie pagine dei social network. Con 20 dollari acquisti 50.000 follower fittizi; è facile ed economico.

Ma cos’è, ricerca di notorietà, una credibilità ancora mai arrivata? sta di fatto che nasce un vero e proprio mercato nero di fans e follower e con esso chi questo mercato lo alimenta. Ha senso tutto questo? c’è dietro una strategia di marketing precisa ed infallibile? oppure è una sorta di ce “l’ho grossa” la mia pagina? forse sarà proprio così. Ma, a cosa può portare, se dietro tutto questo non c’è una reale e concreta strategia fatta di contenuti veri e reali? Forse a quei 15 minuti di celebrità?